IL TUO SORRISO BELLO

SMILE DESIGN, IL DESIGN DEL SORRISO
Tante persone non sono soddisfatte del loro sorriso. Non sono sicure di far vedere i denti.. e quando ridono.. organizzano una serie di difese per nascondersi.. mano davanti, labbra stirate….alcuni rinunciano a sorridere.
Ma vale la pena di privarsi di una parte così importante della nostra vita?Nello STUDIO si cerca di valutare a 360° l’ estetica del sorriso, organizzando in sinergia tutte le specialità odontoiatriche per proporre la soluzione migliore, individuale, per te.
L’ estetica del sorriso è molto spesso condizionata dalle gengive. Un’ asimmetria anche lieve dei due centrali lo rende non piacevole. A volte i denti possono essere tropo lunghi. Altre volte, tropo corti. Oppure il colore non uniforme o la forma non adatta e gli spazi neri tra i denti.Senza un approccio multidisciplinare il risultato non può essere soddisfacente. Si vedono corone bellissime, ma con un’asimmetria tale da risultare orribili.
Le tecniche per migliorare il sorriso possono comprendere

  • SBIANCAMENTO
  • OTTURAZIONI IN MATERIALE COMPOSITO
  • FACCETTE
  • CORONE IN CERAMICA
  • PLASTICA GENGIVALE
  • IMPIANTI, dove mancano i denti

E tutto questo lo si prova in bocca PRIMA .. con un fantastico sistema (anche economico) .. il MOCK-UP

“”Il sorriso si guarda da vicino, esprime personalità, gioca un ruolo essenziale nell’ estetica della persona. La naturalezza è essenziale. Una attenta diagnosi e cura nei dettagli clinici, un maestro odontotecnico senza compromessi: un grande risultato, estremamente conservativo, nella foto, con faccette in ceramica.””

 

MOCK UP

Il Mock-up rappresenta la parte finale del sistema di progettazione del sorriso, e permette di valutare assieme al paziente se vale veramente la pena di iniziare l’ iter di modifica permanente. Non serve solo a farlo percepire al paziente, serve anche a noi, perchè specialmente nell’ estetica, non si possono fare promesse non mantenibili.

La progettazione del sorriso passa attraverso diverse fasi: Valutazione della salute dei denti presenti e diagnosi delle strategie per ripristinare quelli eventualmente mancanti. Quindi fotografie, impronte per modelli in gesso, rilevamento dell’ occlusione e posizione spaziale con l’ arco facciale.

Con tutti questi dati assieme al laboratorio odontotecnico, si progetta il modo per ottimizzare l’ estetica del sorriso, ed il tecnico con la cera scolpisce la nuova forma dei denti, la forma che noi pensiamo essere ottimale per il nostro paziente, ma come esserne certi?

Sul “nuovo” modello in gesso viene fatta una mascherina in silicone trasparente, che ci permette di riportare direttamente in bocca la nuova morfologia: basterà riempire la mascherina con materiale plastico fotopolimerizzabile, e applicarla sui denti esistenti, ed illuminare con la luce blu.

In 5 minuti, la rivoluzione che vedete. Naturalmente il tutto può essere tenuto un oretta al massimo.. poi si stacca senza lasciare traccia…era solo un mock-up appoggiato!

Se poi si vuole procedere, si sceglierà la strada più adatta: in questo caso saranno faccette in ceramica.

La naturalezza e la conservatività delle faccette è sorprendente!

SBIANCAMENTO

Le tecniche di Bleaching o Sbiancamento dei denti sani sono sempre più richieste ed utilizzate.

Ormai è possibile in circa 10 giorni portare i propri denti al colore più chiaro della scala colori VITA, la scala colori di riferimento più usata nel mondo. Fino a pochi anni fa i denti color B1 erano davvero rarissimi!!

Scaricate la brochure con le indicazioni per il trattamento!

RICOSTRUZIONE IN MATERIALE COMPOSITO

Un caso di riabilitazione estetica del sorriso, risolto in modo economico nel gruppo frontale, e con impianti e ceramiche per i premolari mancanti.
Assieme alla paziente abbiamo scelto di utilizzare materiale da ricostruzione composito, quello che si usa per le otturazioni estetiche, direttamente in studio. Per guidare l’ armonia degli incisivi, è stata chiesta una ceratura al laboratorio: l’ odontotecnico sul modello in gesso dei denti, modifica con la cera la forma e la dimensione dei denti.
Sarà sempre possibile in futuro perfezionare ulteriormante il risultato con 6 faccette in ceramica.Bellissima ragazza che da anni sorrideva con la mano davanti alla bocca.
Anche per lei una soluzione semplice ed economica: il progetto e la prova mock-up, lo sbiancamento con le mascherine e il rifacimento del sorriso con materiale composito (GC Gradia colore B1 , BXW extrabianco e Traslucente bianco TW) ripristinando le proporzioni r l’ importasnza degli incisivi centrali.
E’ stata rifatta la corona in ceramica preesistente sull’ incisivo laterale di destra

FACCETTE E CORONE IN CERAMICA

Gli incisivi superiori abrasi rendono il sorriso vecchieggante.
In questo caso questa splendida ragazza ha riacquistato il suo sorriso con 4 faccette in ceramica e uno sbiancamento.UN CASO DI RIABILITAZIONE ESTETICA:
La signora non era soddisfatta del suo sorriso, e chiedeva il risultato ottimale. Le sue esigenze erano conservare al massimo i suoi denti presenti e ridurre il numero delle sedute.
Il caso è stato risolto con una minima plastica gengivale, il rifacimento dei suoi ponti preesistenti e la copertura dei denti sani con faccette in ceramica.Dopo una vita di ritocchi e rifacimenti, questa bella signora chiedeva :
<<Vorrei un sorriso omogeneo e naturale.>>
Nella foto 2, il Mock-up: la PROVA in bocca del nuovo sorriso. Solo allora si decide se e come intervenire.

Un giovane decide di correggere un “difettino”: I suoi denti sono un po’ piccoli, rispetto alla dimensione del viso.
Faccette: minima correzione dei denti e copertura solo ella parte visibile, con una ceramica estremamente simile allo smalto naturale.

ESTETICA CON RIDUZIONE DELL’ ESPOSIZIONE GENGIVALE

La DIAGNOSI in ogni atto medico è fondamentale. Ci sono sorrisi non gradevoli perchè è eccessiva l’ esposizione della gengiva o perchè i denti sono troppo “in basso”, oppure perchè il labbro si alza troppo inavvertitamente, durante il sorriso.In questi casi non basta rifare denti nuovi, è fondamentale un intervento di plastica gengivale. E’ un approccio di microchirurgia, senza dolore e solo modico gonfiore post operatorio…. ma con effetti rivoluzionari.

ORTOGNANTODONZIA

L’ Ortognatodonzia è quella branca dell’ Odontoiatria che corregge le malposizioni dei denti. Intervenendo precocemente, prima dello sviluppo completo dei mascellari, è possibile influenzarne la crescita intercettando l’ errore di sviluppo osseo che porterebbe a gravi malocclusioni. E’ quindi importante visitare i bambini verso i 7 – 8 anni, ben prima dell’ eruzione dei denti permanenti.

Una volta avvenuto lo sviluppo dei mascellari, e negli adulti, è ancora possibile allineare i denti, ma non più correggere, se non chirurgicamente, le disarmonie scheletriche.

Caso 1

Paziente di anni 7 con malformazione da succhiamento del pollice protratto e problematiche legate ad un anomalo sviluppo delle basi ossee mascellari.

Il risultato è stato ottenuto due anni di terapia funzionale con apparecchio rimovibile che guida le forze della crescita verso un’ armonia anatomico funzionale: intercettata la causa e guidata la crescita ossea, i denti si posizionano da soli. Può essere richiesto un breve periodo di apparecchio fisso per un ulteriore allineamento.

ESTETICA IN PROTESI TOTALE MOBILE

La protesi mobile totale…. è una soluzione semplice e economica, quando i denti ormai non ci sono più.

Se ne fanno sempre meno, grazie all’ implantologia, ma…. quando capita, è possibile lavorare attentamente sull’ estetica.

Con la Protesi Totale si può radicalmente modificare l’ altezza, la posizione e la forma dei denti, con effetti clamorosi sul sorriso. L’ odontotecnico che ci aiuta nella realizzazione del manufatto (Fernando Grilli, Ventimiglia), è un appassionato, e realizza montaggi e caratterizzazioni gengivali da vero artista.

Qui a seguito alcuni casi con foto di “Prima e Dopo”:

Spesso l’ estetica del sorriso è compromessa per un usura asimmetrica in vecchie protesi. I denti frontali corti danno il sorriso vecchieggiante e aggiungono anni al viso. La linea dei denti laterali che scende è detta “sorriso triste”, ed è un’altra situazione che si vede spesso nei portatori di protesi.

Altre volte il rapporto tra dimensione dei denti e parte di gengiva visibile è scorretto. In protesi mobile tutti questi parametri sono facilmente controllabili e i risultati sono entusiasmanti.

In altre situazioni le vecchie protesi si sono, negli anni, infossate. Confrontando il viso del paziente con le fotografie dei decenni precedenti si può spesso evidenziare un accorciamento della distanza tra mento e naso.

Anche in questo caso con la protesi si può modificare molto la fisionomia e il sorriso della persona, ridando un’estetica molto più giovanile ed adeguata. Con un intervento semplice ed economico, se confrontato con una riabilitazione fissa su impianti.

I vantaggi di una riabilitazione fissa sono evidenti. Ma possiamo dire che per quanto riguarda l’ estetica, almeno in quella, con la protesi ben studiata e personalizzata